Home / YOU GUITAR WORLD / Codici colore Fender

Codici colore Fender

Oggi parleremo di un argomento molto interessante per chi vuole personalizzare o riverniciare una chitarra in stile Vintage: i codici colore Fender.

Il numero di colori offerti e la mancanza di campioni in buono stato e/o documentati a dovere rendono oggi difficile identificare i colori originali Fender.

Io con il progetto You Guitar, in qualità di verniciatore di chitarre che propone anche la riproduzione di verniciature dell’epoca chiamata Vintage, di colori quali:

  • Il Daphne Bluecodici colore fender
  • Il Sonic Blue
  • Il Fiesta Red
  • Il Dakota Red solo per citarne alcuni tra i più famosi

Devo dare garanzia e concretezza nel duplicare con precisione i colori originali Fender.

Ciò che mi ha aiutato in questo è stato il mio lavoro nel painting grazie:

  • ai contatti con gli uffici e i laboratori colore delle aziende produttrici di vernici (DuPont per Duco, Ppg per Ditzer)
  • agli archivi delle formule originali dell’epoca e dei cataloghi colore dell’epoca in nostro possesso
  • ai vari strumenti di riproduzione tinta moderni, quali spettrofotometri, software e linee tintometriche

Per far capire meglio il primo punto possiamo dire che:

  • Duco era il marchio dell’epoca in possesso di Dupont con la quale DuPont commercializzava le vernici alla nitro
  • Ditzer era un marchio poi assorbito dal colosso americano delle vernici Ppg.

Questi due produttori di vernici erano (e sono ancora) presenti nel mercato di verniciatura delle automobili:

  • sia nel Car Refinish (la vernice da carrozzeria per intenderci)
  • sia nel mondo OEM Automotive (la verniciatura interna delle case automobilistiche in primo impianto).

E’ proprio per questo motivo che i colori Fender degli anni ’50 e ‘60, utilizzando questi marchi di vernice.

Si basano:

  • sui colori delle automobili,
  • i loro nomi originali,
  • ed i loro codici colore originali.

Gli unici colori di Fender che non attingevano dal mondo dell’automobile durante gli anni ’50 e ’60 erano ovviamente i Sunburst e il Blond.

Tutti e ripeto tutti gli altri colori provenivano direttamente dalle auto del tempo e la maggior parte di questi colori provenivano dalle auto della General Motor (conosciuta in Italia come GM AMERICA).

Veniva utilizzato da Fender sia lo stesso nome che lo stesso codice colore utilizzato dalla Casa automobilistica.

Ora è importante sfatare il mito della precisione assoluta del colore: succede ancora oggi che la stessa tinta in Fiat, piuttosto che in GM, piuttosto che in Ford, BMW, Mercedes, Audi ecc, ecc non venga sempre allo stesso modo.

Voi giustamente vi chiederete: “Come mai se una tinta con lo stesso codice colore, la stessa formulazione, la stessa marca di vernice non sia sempre uguale ad ogni riproduzione del colore?

Le risposte sono molteplici:

  • I pigmenti utilizzati e le materie prime delle quali sono composti i vari colori subiscono ovviamente delle lavorazioni per essere trasformati in “vernice applicabile”.

Tutto questo dà una precisione del colore molto alta ma con un raggio delta nel quale i vari colori vengono ritenuti lo stesso conformi.

  • Nelle verniciature di primo impianto OEM lo stesso colore viene applicato al giorno d’oggi con l’ausilio di Robot di verniciatura.

Il colore viene versato in delle vasche di pescaggio nelle quali a ciclo ultimato restano sempre dei residui del colore precedente che altera il colore originale creandone una “variante” dello stesso.

L’esempio più lampante è quello di confrontare due auto che sono verniciate con lo stesso codice colore: se di primo acchito il colore può sembrare identico se si fa una valutazione più attenta si può vedere:

  • Che il colore delle due auto messe a confronto, anche se di base uguale ha delle differenze (lo si vede bene alla luce solare)
  • Molto spesso gli stessi paraurti e le modanature in plastica risultano diversi dalla carrozzeria della macchina stessa su cui sono montati.

Questo perché magari vengono verniciati in altri stabilimenti di primo impianto e solo in un secondo momento uniti al resto dell’auto.

La stessa cosa vale per le tinte dell’epoca, e per i colori e le chitarre verniciate dal caro buon Leo Fender, anzi vale ancora di più per due semplici motivi:

  • Negli anni ’50 o ’60 c’erano meno strumenti di controllo colorimetrico e di ritorno della tinta.

Quindi il delta che oggi equivale a qualche punto dopo la virgola prima era molto più ampio e a volte non veniva neanche considerato.

  • La verniciatura delle chitarre avveniva tramite applicazione a spruzzo con pistola di verniciatura e ad applicare la tinta era un operatore (e non un robot per ovvi motivi).

L’addetto alla verniciatura da chitarra a chitarra non rispettava (proprio perché umano e non macchina) gli stessi spessori.

A volte per “coprire” difetti del body o di una lavorazione precedente poteva pure applicare una mano o due in più di vernice (nitro prima e acrilica poi).

Questo portava, per un discorso di diversa copertura della tinta (soprattutto per le tinte meno coprenti), ad una differenza visibile del colore da chitarra a chitarra pur essendo state verniciate con la stessa vernice, con lo stesso codice colore.

Per questo la riproduzione fedele di un colore dei gloriosi anni ’50 e ’60 si può ottenere solamente essendo in possesso della formula dell’epoca originale alla nitro.

Noi di You Guitar siamo orgogliosi di poter attingere a tali archivi storici.

Detto ciò poi la tinta con formula originale dell’epoca (quali il Daphne Blue, il Sonic Blue, il Fiesta Red, ecc…) può come allora in applicazione avere un delta di differenza da verniciatura a verniciatura (ovviamente minimo) dovuto all’applicazione artigianale con verniciatura a spruzzo tramite pistola.

Codici colore Fender: anni ’50 / ’60

Infine qui di seguito potrete vedere una lista di codici colore Fender degli anni ’50 e ’60 con tante info importanti:

Color Paint
Type
Org. Dupont
Number
Org. Ditzler/
PPG Number
Fender
Years
Car
Years
Car
Make
Lake Placid Blue metallic Lucite 2876-L 11711 60-73 58 Cadillac
Daphne Blue Duco 2804 12742 60-65 58 Cadillac
Shoreline Gold metallic Lucite 2935-L 21722 60-65 59-60 Pontiac
Olympic White Lucite 2818-L 8144 60-80 58-62 Cadillac
Burgundy Mist metallic Lucite 2936-L 50536 60-65 59 Oldsmobile
Inca Silver metallic Lucite 2436-L 31425 60-65 57-59 Chevy Corvette
Fiesta Red Duco 2219-H 70618 60-69 56 Ford Tbird
Dakota Red Duco 2590-H 70757 60-69 58 Cadillac
Blue Ice metallic Lucite 4692L 12164 65-69 65-66 Ford
Firemist Silver metallic Lucite 4576L 12883 65-71 64 Cadillac
Firemist Gold metallic Lucite 4579L 22422 65-71 64-65 Cadillac
Charcoal Frost metallic Lucite 4618L 32390 65-69 65-66 Lincoln
Ocean Turquoise metallic Lucite 4607L 12893 65-71 65 Mercury
Teal Green metallic Lucite 4297L 11921 65-69 65-68 Lincoln
Sonic Blue Duco 2295 11475 60-72 56 Cadillac
Shell Pink Duco 2371 21108 60-63 56 Desoto
Foam Green Duco 2253 41940 60-69 56 Buick
Surf Green Duco 2461 42068 60-65 57 Chevy
Sherwood Green metallic Duco 2526-H 42038 60-65 57 Mercury

 

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *